Uncategorized

Home » Uncategorized

La sentenza “Spetsializirana prokuratura” della CGCE: limitazione dei poteri del pubblico ministero di emessione di un OEI nell’esempio della Croazia

2022-01-31T15:19:05+01:00

Dopo la sentenza Staatsanwaltschaft Wien (C-584/19) del dicembre 2020, il 16 dicembre 2021 la Corte di giustizia europea (CGCE) ha emesso una seconda sentenza che riguarda il pubblico ministero come autorità di emissione dell'ordine europeo di indagine (OEI). Nella sentenza Spetsializirana prokuratura (C-724/19) la CGCE si è occupata dei poteri del pubblico ministero di emettere un OEI. L’esempio del sistema legale croato determina dunque alcune considerazioni sull’impatto su altri sistemi nazionali.

La sentenza “Spetsializirana prokuratura” della CGCE: limitazione dei poteri del pubblico ministero di emessione di un OEI nell’esempio della Croazia2022-01-31T15:19:05+01:00

Richiesta della difesa per l’emissione di un ordine europeo di indagine – uno strumento praticabile?

2022-01-31T15:10:00+01:00

La direttiva 2014/41/UE non contiene molte disposizioni che affrontano direttamente i diritti della difesa e il diritto a un processo equo. Ci sono tuttavia alcuni concetti incorporati nella direttiva che sembrano affrontare indirettamente il principio della parità delle armi. L'emissione di un OEI può essere richiesta da un indagato o da un imputato, o da un avvocato per suo conto, nel quadro dei diritti della difesa applicabili in conformità alla procedura penale nazionale. Tuttavia, la difesa non può usare questo articolo per utilizzare le risorse degli Stati membri per raccogliere arbitrariamente prove a sua scelta. L'articolo 1(3) dovrebbe piuttosto essere interpretato [...]

Richiesta della difesa per l’emissione di un ordine europeo di indagine – uno strumento praticabile?2022-01-31T15:10:00+01:00

Eurojust e la RGE pubblicano linee guida sull’applicazione pratica dell’OEI

2022-01-31T15:07:44+01:00

Nel luglio 2019, pochi mesi dopo l'avvio del progetto EIO-LAPD, EUROJUST e EJN hanno pubblicato una nota congiunta sull'applicazione pratica dell'OEI. La nota congiunta opera come una guida pratica per gli operatori del settore, di cui si sentiva terribilmente il bisogno da molto tempo. Eurojust sostiene che "affronta questioni e sfide comuni nell'applicazione della direttiva OEI e comprende le migliori pratiche e le linee guida su quando e come utilizzare l'OEI in tutte e quattro le fasi del suo ciclo di vita".

Eurojust e la RGE pubblicano linee guida sull’applicazione pratica dell’OEI2022-01-31T15:07:44+01:00

Nuove linee guida su come compilare il modulo dell’ordine di indagine europeo

2022-01-31T15:06:35+01:00

Per i professionisti del diritto che operano come autorità di emissione, la sfida principale per quanto riguarda l'OEI è quella di capire come compilare correttamente il modulo OEI e tutti i suoi allegati. Le nuove linee guida preparate dal gruppo di lavoro del Consiglio dell'UE sulla cooperazione giudiziaria in materia penale (COPEN), pubblicate nel gennaio 2020, si concentrano proprio su questo problema. Il problema più grande di queste linee guida, che sono già disponibili sul sito web della RGE, è la barriera linguistica. Attualmente non sono tradotte in molte lingue dell'UE. Tuttavia, si afferma nel memorandum esplicativo che "si prevede che [...]

Nuove linee guida su come compilare il modulo dell’ordine di indagine europeo2022-01-31T15:06:35+01:00

Relazione sull’attività di Eurojust nell’ambito dell’ordine europeo di indagine

2022-01-31T15:05:01+01:00

Nel novembre 2020, EUROJUST ha pubblicato la tanto attesa relazione sull'attività di Eurojust nel campo dell'ordine europeo di indagine. EUROJUST afferma che "la relazione indica chiaramente che l'OEI non funziona ancora come una macchina ben oliata. Ci sono ancora diversi problemi in corso durante tutto il ciclo di vita dell'OEI. Nella grande maggioranza dei casi trattati da Eurojust, le questioni menzionate nella relazione sono state risolte e l'OEI ha potuto essere eseguito con successo. Sulla base dei casi trattati da Eurojust, sono state individuate soluzioni e migliori pratiche, ma la relazione sottolinea anche alcune sfide di cui si dovrebbe essere consapevoli [...]

Relazione sull’attività di Eurojust nell’ambito dell’ordine europeo di indagine2022-01-31T15:05:01+01:00

Rapporto comparativo internazionale sull’applicazione dell’ordine europeo di indagine

2022-01-31T15:00:05+01:00

Il gruppo di ricerca EIO-LAPD è orgoglioso di annunciare che il rapporto comparativo che affronta le questioni chiave e le buone pratiche raccolte dai professionisti è ora disponibile. Per raccogliere queste preziose informazioni, abbiamo intervistato pubblici ministeri, giudici investigativi, avvocati e altri professionisti in Germania, Italia, Austria, Slovenia, Croazia e Portogallo. Siamo lieti di constatare che l'OEI è uno strumento di riconoscimento reciproco utile e ben funzionante. Il feedback complessivo delle autorità di emissione e di esecuzione è stato decisamente positivo ed è stato più volte ribadito che l'OEI è uno strumento utilizzato quotidianamente in quanto ha notevolmente semplificato la raccolta [...]

Rapporto comparativo internazionale sull’applicazione dell’ordine europeo di indagine2022-01-31T15:00:05+01:00

L’ordine di indagine europeo e il dilemma Ne bis in idem

2022-01-31T14:58:19+01:00

La direttiva 2014/41/UE è stata adottata il 3 aprile 2014 e attuata in tutti gli Stati membri dell'UE, ad eccezione di Irlanda e Danimarca. L'ordine europeo di indagine (OEI) è una decisione giudiziaria emessa o convalidata da un'autorità giudiziaria di uno Stato membro per far eseguire uno o più atti di indagine in un altro Stato membro al fine di ottenere prove. È senza dubbio lo strumento più rivoluzionario della cooperazione internazionale. Non è passato nemmeno un decennio e l'OEI è già diventato il principale strumento di raccolta transfrontaliera delle prove. Tuttavia, non sarebbe realistico aspettarsi che uno strumento di tale [...]

L’ordine di indagine europeo e il dilemma Ne bis in idem2022-01-31T14:58:19+01:00

Nuove rivelazioni dalla relazione sull’attuazione della direttiva 2014/41/UE relativa all’ordine europeo di indagine in materia penale

2022-01-31T14:56:39+01:00

Nel luglio 2021 la Commissione ha pubblicato la tanto attesa Relazione sull'attuazione della direttiva 2014/41/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 3 aprile 2014 relativa all'ordine europeo di indagine penale, COM(2021) 409 definitivo. La relazione è composta da cinque capitoli: introduzione, valutazione generale, punti specifici di valutazione, raccolta dati e conclusione. Siamo lieti di constatare che la maggior parte dei risultati della commissione rispecchia i risultati da noi ottenuti, che si possono trovare nel Rapporto comparativo internazionale EIO-LAPD. In questo breve contributo, intendiamo evidenziare un interessante punto di divergenza tra i due rapporti. Questo punto di divergenza riguarda il regime [...]

Nuove rivelazioni dalla relazione sull’attuazione della direttiva 2014/41/UE relativa all’ordine europeo di indagine in materia penale2022-01-31T14:56:39+01:00

Nuove linee guida EIO per i professionisti disponibili in 6 lingue

2022-01-31T14:54:40+01:00

Uno dei risultati chiave del progetto EIO-LAPD erano le linee guida destinate ai professionisti. Il consorzio è orgoglioso di annunciare che sono ora pubblicate e disponibili sul nostro sito web. Le linee guida sono disponibili in sei lingue: Croato, Inglese, Tedesco, Italiano, Portoghese, Sloveno.

Nuove linee guida EIO per i professionisti disponibili in 6 lingue2022-01-31T14:54:40+01:00

Il concetto di autorità di emissione nell’ordine di indagine europeo

2022-01-31T14:52:52+01:00

I concetti di "autorità giudiziaria" e "autorità di emissione" sono stati oggetto di alcune discussioni e interpretazioni da parte della Corte di giustizia dell'Unione europea in relazione al mandato d'arresto europeo. Avendo recepito la direttiva 2014/41/UE, del Parlamento europeo e del Consiglio, del 3 aprile 2014, che ha dato origine alla legge portoghese n. 88/2017, del 21 agosto, abbiamo cercato di scoprire se l'interpretazione sostenuta da detta Corte si applica al meccanismo OEI negli stessi termini limitativi. Il problema verteva sulla questione dell'indipendenza del Ministero pubblico rispetto al potere esecutivo.

Il concetto di autorità di emissione nell’ordine di indagine europeo2022-01-31T14:52:52+01:00