La Corte di Cassazione italiana, in una serie di decisioni molto interessanti, ha censurato alcune decisioni pronunciate dalle autorità giudiziarie italiane che avevano sottovalutato il ruolo dell’ordine europeo di indagine (OEI), riconoscendo invece la validità dello strumento.